Torna la transumanza d’autunno sul tratturo del Gargano

Anche quest’anno, il 10 ottobre 2014 avrà luogo la transumanza d’autunno sul Tratturo Regio del Gargano.
ragazzi transumanza
Come ogni anno, venerdì 10 ottobre 2014 si ripete la storica Transumanza che si snoda lungo il Braccio Cervaro-Candelaro e il Tratturo Foggia-Campolato.
Antiche viabilità percorse per secoli da milioni di armenti e da migliaia di pastori provenienti dall’Abruzzo e dal Molise nelle loro periodiche trasmigrazioni estive ed autunnali.
Divenuta ormai un piacevole appuntamento autunnale per tutti coloro che vogliono vivere questa esperienza a stretto contatto con la natura, con le tradizioni e con i riti immutabili del mondo pastorale.
Prima ancora dell’alba parte la variopinta carovana di pastori, greggi e cani, decisi a ri-fare ritorno alla propria casa e al proprio ovile.
I chilometri volano via piacevolmente in compagnia di Michele, Antonio, Giuseppe e Ovidiu, immersi in una atmosfera di semplicità e di amicizia.

Località di partenza: ore 5.30 Stazione Amendola
Località di arrivo: Masseria Signoritti
Tempo di percorrenza (è possibile unirsi alla carovana anche in tappe successive, tenendo conto degli orari d’arrivo stimati per le diverse località): 6/7 ore, partendo dalla Stazione Amendola; 4/5 ore, partendo dall’incrocio strada provinciale 72, dopo il campo di Aviazione Amendola, prima del ponte sul Candelaro; 2/3 ore partendo dalla chiesa rupestre località Villaggio Santa Lucia.

PARTENZA: ore 5.30 Località Stazione Amendola
PRIMO STOP: ore 8.00 Località Ponte Candelaro (primo innesto sulla strada per Manfredonia, dopo il Campo di Aviazione Amendola).
SECONDO STOP: ore 9.15 Località Chiesa Rupestre in località Villaggio Santa Lucia
ORARIO ARRIVO: ore 12.30/13.00 Masseria Signoritti

Quest’anno la transumanza sarà dedicata ad Antonio Facenna, il giovanissimo allevatore di Carpino morto a causa dell’alluvione che ha colpito il Gargano.

Descrizione del percorso: https://itratturidellapuglia.wordpress.com/2014/09/28/transumanza-lungo-il-tratturo-foggia-campolato/

Per info e contatti: Associazione Tratturi e Transumanze – Michele Pesante (tel: 3396302156).

Advertisements

Transumanza lungo il tratturo Foggia-Campolato

transumanza foggia
Il Tratturo Foggia-Campolato (Km35) parte dall’Epitaffio, monumento emblema della transumanza e crocevia dei grandi Tratturi Aquila-Foggia (km 243,500), Celano-Foggia (km 207), Foggia-Ofanto (km 47,700), quattro tratturi che hanno segnato la storia, l’economia, il paesaggio della Capitanata.
Il Tratturo Foggia-Campolato costituisce un percorso di grande interesse paesaggistico,ambientale e antropologico, lungo il quale si sono svolte vicende umane riscontrabili sulle pareti delle masserie, delle chiese e dei muretti a secco.
Il percorso si snoda in linea con le descrizioni paesaggistiche già riportate nelle Locazioni di Candelaro e di Delle Cave dal compassatore Antonio Michele nel 1686.
Lungo il tracciato si incrociano vecchie taverne ormai diroccate e una chiesa rupestre abbandonata, museo a cielo aperto che raccoglie i tanti graffiti di pastori abruzzesi che all’età di 10 –12 anni riportavano sui muri la loro età, il proprio nome e cognome, i segni della loro nostalgia per la terra di origine e la loro sofferenza per i lunghi mesi trascorsi in condizioni proibitive nella Puglia Piana, lontani dagli affetti familiari.
Lungo il tratturo, l’aria della terra garganica ritempra i polmoni e gli occhi si nutrono di paesaggi incontaminati, caratterizzati da migliaia di piante di fichi d’India, dal panorama della montagna sacra di San Giovanni Rotondo e Monte S.Angelo, dallo scenario naturale del golfo di Manfredonia.
La Masseria Signoritti è il punto di arrivo dell’itinerario, ma anche di possibili percorsi che si connettono alla Via Sacra Langobardorum, all’ Abbazia di Pulsano, fino al principe degli ipogei: la grotta di San Michele a Monte Sant’ Angelo.
Anche se ritmi, i tempi e i linguaggi sono quelli segnati dalla tradizione, l’esperienza personale si rinnova ogni anno con connotati sempre diversi.
Lungo il tratturo il passo lo stabilisce l’uomo, non la macchina, e il tempo acquista una dimensione diversa.
È bello prendersi il tempo necessario per chiacchierare, per osservare, per fotografare immagini di momenti piacevoli e forse irripetibili.
Lungo i Tratturi si raggiungono luoghi altrimenti non visitabili, si vivono emozioni particolari, sensazioni nuove e ormai sopite dalla civiltà tecnologica.
Percorsi naturalistici, turistici, religiosi, spirituali di una Capitanata nascosta, di Puglia poco conosciuta.
Al riguardo, bellissimo appello del grande scrittore, di Santarcangelo di Romagna, Tonino Guerra:
“Illuminiamo la Puglia perché questa terra può dare favola, può dare musica, può dare silenzi, può dare storia, può dare memoria.
Illuminiamo la Puglia di sogno che c’era una volta e c’è ancora. A ricordarci che bisogna arrivare nei punti più segreti e selvaggi dove si ha la sensazione di trovare l’infanzia del mondo. E invece trovi te stesso.”

Michele Pesante – Associazione Tratturi e Transumanze

Concerto in ricordo di Antonio Facenna al Teatro del Fuoco

antoniofacenna-carpino-fotogiuseppedegrandis Foggia – SI terrà domenica 28 Settembre 2014, presso il Teatro del Fuoco di Foggia, l’evento musicale benefico in memoria di Antonio Facenna, il giovane allevatore morto a causa dell’alluvione che ha colpito il Gargano, che aveva anche collaborato attivamente alla Festa della Transumanza il 25 aprile di quest’anno a Carpino. L’evento è organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale e Culturale JACO di Foggia, l’Associazione Culturale Carpino Folk Festival e il Centro Studi Tradizioni Popolari del Gargano e della Capitanata. Si tratterà di un lungo concerto che si svolgerà a partire dal primo pomeriggio fino a tarda sera, in cui si alterneranno gruppi autentici di musica tradizionale con gruppi di riproposta e artisti che a loro modo hanno contaminato le tradizioni musicali del Gargano e di Carpino nonché le canzoni di Matteo Salvatore, cosi come piacevano ad Antonio. Il concerto sarà intervallato da testimonianze audio/video su Antonio e diviso in due blocchi per dare la possibilità di partecipare al maggior numero di persone: uno il pomeriggio, dalle ore 16:00 alle 19:00, e l’altro la sera, dalle ore 20:00 alle 22:30. L’idea è nata da una forte sinergia tra le associazioni e dalla volontà comune di rendere omaggio ad un giovane 24enne che ha dato la vita per la sua terra. Grazie all’Associazione Carpino Folk Festival, dopo aver sentito Giacomo, il papà di Antonio che si è mostrato subito felice di questa iniziativa, le associazioni hanno attivato immediatamente l’organizzazione ricevendo adesioni da tutti i musicisti interpellati, cosi come l’adesione del Commissario della Provincia di Foggia a concedere, in via del tutto eccezionale, l’autorizzazione all’uso gratuito del Teatro del Fuoco. Di seguito gli artisti che si esibiranno, suddivisi per momento pomeridiano e momento serale: Spettacolo pomeridiano: – Spedino Moffa – Cantori di Carpino – Nicola Briuolo (allievo del M.stro Matteo Salvatore) – Nicola Scagliozzi – Pio Gravina – Tarantula Garganica – Cantori di Monte Sant’Angelo – Salvatore Villani – Antonio Pizzarelli – Antonio Manzo – Angelo Pantaleo – Traditional Sound Sistem – Tarantelle del Gargano Spettacolo serale: – OGM Organici Gezzisticamente Modificabili (Gina Palmieri, Luana Croella, Tiziano Paragone, Luciano Pannese, Massimo Cianciaruso, Pucci Chiappinelli, Daniele Prencipe) – Unza Unza Band (Pierluigi Vannella, Guido Paolo Longo, Giancarlo Leggieri, Mario Canfora) – Klez Note (Elena De Bellis, Gianluigi Valente, Ermanno Ciccone, Francesca Scarano, Michele Rampino, Marco Destino) – Fool Monkee (Maurizio Ferrandina, Antonio Morea, Ivan Renzullo, Rocco Contillo) – No Limits (Valeria Locurcio, Pucci Chiappinelli, Lello Dragone, Carmine Masciello) – Ciro Iannacone – Gaetano Palmieri In Teatro saranno, inoltre, presenti i gruppi di danze popolari dell’Associazione ETHNOS, di Lucera e dell’Associazione AGORART di Biccari, che ringraziamo per la loro disponibilità. Si ringrazia la Biblioteca Magna di Capitanata per il Patrocinio gratuito concesso, la Provincia di Foggia per la concessione in uso del Teatro del Fuoco, il Comune di Carpino, per il supporto logistico, Mottola Solutions per il service audio-luci, ARTSOLUTE CREATIVE HUG di Foggia per il servizio fotografico, la Libreria UBIK di Foggia, che devolverà il 50% degli utili di sabato 27 settembre 2014 alla raccolta per la famiglia Facenna, e tutta la gente che interverrà. Per l’ingresso sono state previste donazioni spontanee, che verranno raccolte dall’organizzazione. Tuttavia, dato il numero dei posti a sedere totali, si è deciso di procedere per prenotazioni. Per lo spettacolo pomeridiano occorre prenotare chiamando: Mario Pasquale Di Viesti – 348.8102899. Per lo spettacolo serale occorre prenotare chiamando: Alfonsina Spirito – 329.8484102. Si farà in modo sobrio, “una festa per Antonio”, come dice suo padre. Per maggiori informazioni e aggiornamenti fare riferimento alle seguenti pagine facebook: https://www.facebook.com/CarpinoFolkFestivalUfficiale festa-transumanza-carpino-4